Ematologia Amgen
Bringhen - Mieloma
Celgene Ematologia
Janssen Oncology

Acido Retinoico e Triossido di Arsenico versus Acido Retinoico e chemioterapia in pazienti con leucemia promielocitica acuta


Uno studio clinico randomizzato ha confrontato l’efficacia e la tossicità dell’Acido Retinoico tutto-trans ( ATRA ) più chemioterapia rispetto ad ATRA più Triossido di Arsenico ( Trisenox ) nei pazienti con leucemia promielocitica acuta ( APL ) di nuova diagnosi, a rischio basso o intermedio.

Sono stati riportati gli esiti di qualità di vita correlata alla salute ( HRQOL ).

HRQOL era un endpoint secondario dello studio.

È stato utilizzato il questionario C30 European Organisation for Research and Treatment of Cancer Quality of Life per valutare HRQOL alla fine dell’induzione e dopo la terapia di consolidamento.

Tutte le analisi si sono basate su 156 pazienti che hanno ricevuto almeno una dose del trattamento, con gruppi definiti in base al trattamento assegnato in modo casuale.

È stata eseguita l'analisi primaria, stimando il punteggio HRQOL medio nel tempo e le differenze tra i bracci di trattamento.

Complessivamente, sono stati arruolati 162 pazienti di età tra 18 e 70 anni.
Di questi, 150 e 142 pazienti erano valutabili per HRQOL dopo la terapia di induzione e il terzo ciclo di consolidamento, rispettivamente.

La compliance globale con forme di HRQOL è stata dell’80.1%.

La più grande differenza, a favore dei pazienti trattati con ATRA più Triossido di Arsenico, è stata rilevata per la gravità dell’affaticamento ( differenza di punteggio media, -9.3; P=0.034 ), al termine della terapia di induzione.
Questa differenza è risultata anche clinicamente rilevante.

Le differenze in HRQOL tra i bracci di trattamento alla fine del periodo di consolidamento hanno dimostrato che per diverse scale, le differenze tra i bracci di trattamento sono state marginali.

In conclusione, nel complesso, gli attuali risultati di qualità di vita correlata alla salute supportano l'uso di ATRA più Triossido di Arsenico come trattamento di prima linea preferito nei pazienti con leucemia promielocitica acuta a rischio basso o intermedio. ( Xagena2014 )

Efficace F et al, J Clin Oncol 2014;32:3406-3412

Emo2014 Onco2014 Farma2014


Indietro