ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Le mutazioni del dominio della chinasi in BCR-ABL1 sono associate alla resistenza agli inibitori della tirosin-chinasi nei pazienti con leucemia mieloide cronica. Il sequenziamento di nuova generazi ...


Lo studio ALLR3 ha esaminato gli esiti di bambini con leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B con recidive tardive del midollo osseo. Sono stati analizzati gli esiti di follow-up ...


I pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B refrattario alle terapie primarie e di seconda linea o che hanno avuto una recidiva dopo il trapianto di cellule staminali hanno una prognosi infausta ...


Le cellule T portatrici di recettori chimerici per l'antigene CD19 ( cellule CAR-T ) inducono alti tassi di risposta iniziale tra i pazienti con leucemia linfoblastica acuta ( ALL ) a cellule B, recid ...


Uno studio osservazionale ha mostrato che la terapia in modalità combinata ( CMT ), chemioterapia più radioterapia, è associata a un miglioramento della sopravvivenza nei giovani pazienti affetti da l ...


Il deficit di fattore X ereditario ( FXD ) colpisce 1:500 000-1:1.000.000 persone in tutto il mondo. Un nuovo concentrato di Ftatore X derivato dal plasma ad elevata purezza ( pdFX ) è disponibile n ...


La tomografia ad emissione di positroni ( PET ) con tracciante 18F-fluorodesossiglucosio, può predire gli esiti nei pazienti con linfomi non-Hodgkin aggressivi. Uno studio ha valutato se la PET sia i ...


La trasformazione istologica del linfoma follicolare a linfoma aggressivo è un evento grave con un effetto sostanziale sull'esito del paziente. Lo scopo dello studio Aristotle è stato quello di valut ...


Prove sostanziali collegano l'esposizione a dosi moderate o elevate di radiazioni ionizzanti, in particolare durante l'infanzia, con un aumento del rischio di leucemia. L'associazione tra leucemia ed ...


Il trapianto autologo di sangue o di midollo ( BMT ) è una opzione curativa per diversi tipi di cancro infantile. Tuttavia, ci sono poche informazioni riguardo al rischio di mortalità tardiva. Sono ...


I risultati di uno studio hanno mostratto che approcci di salvataggio erano associati a una prognosi favorevole tra i pazienti con linfoma di Hodgkin a predominanza linfocitaria nodulare recidivanti o ...


È stata ipotizzata una associazione tra Coxiella burnetii e linfoma non-Hodgkin. Dopo una grande epidemia di febbre Q nei Paesi Bassi nel periodo 2007-2010, si è pos ...


Gli eventi avversi cardiovascolari ( CVAE ) con Carfilzomib ( Kyprolis ) nei pazienti con mieloma multiplo possono essere potenzialmente pericolosi per la vita e rimangono caratterizzati in modo incom ...


Ruxolitinib ( Jakavi ) esercita una attività immunosoppressiva che può aumentare il rischio di complicanze infettive. È stata eseguita una revisione sistematica della letteratura allo scopo di stimar ...


In uno studio monocentrico di fase 1-2a, la terapia a base di Tisagenlecleucel ( Kymriah ), con linfociti T ingegnerizzati in modo da esprimere un recettore chimerico capace di riconoscere un antigene ...