ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Alemtuzumab nella leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T


La leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T ( T-LGL ) è una malattia linfoproliferativa che si presenta con citopenia immuno-mediata ed è caratterizzata dall'espansione clonale di linfociti citotossici CD3+ CD8+.
L'uso di Metotrexato, Ciclosporina, o Ciclofosfamide come prima terapia migliora la citopenia nel 50% dei pazienti, ma l'uso a lungo termine di questi può portare a tossicità.
E’ stata esaminata l'attività e la sicurezza di Alemtuzumab, un anticorpo monoclonale anti-CD52, nei pazienti con leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T.

È stato effettuato uno studio a braccio singolo, di fase 2, negli adulti arruolati consecutivamente con leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T visitati presso il National Institutes of Health di Bethesda ( USA ).
Alemtuzumab è stato somministrato per via endovenosa al dosaggio di 10 mg al giorno per 10 giorni.

L'endpoint primario era la risposta ematologica 3 mesi dopo l'infusione.

Una risposta completa è stata definita come la normalizzazione di tutte linee cellulari interessate, e una risposta parziale è stata definita nei pazienti neutropenici come aumento del 100% nella conta assoluta dei neutrofili a più di 5 x 108 cellule per litro, e, in quelli con anemia, come qualsiasi aumento dell'emoglobina di 20 g/l o superiore osservato in almeno due misurazioni seriali a distanza di una settimana e sostenuta per 1 mese o più senza supporto di fattori di crescita esogeni o trasfusioni.

Dal 2006 al 2015 sono stati arruolati 25 pazienti con leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T.
14 pazienti ( 56% ) hanno presentato una risposta ematologica a 3 mesi.
4 pazienti con sindrome mielodisplastica associata e 2 che avevano ricevuto il trapianto di cellule staminali emopoietiche non hanno avuto alcuna risposta o non erano valutabili, il che significa che 14 ( 74% ) su 19 pazienti con leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T classica hanno risposto.

Tutti i pazienti hanno presentato una reazione da infusione ( 24 pazienti, 96%, di grado 1-2, 1 paziente, 4%, di grado 3 ), che è migliorata con una terapia sintomatica.

Tutti i pazienti hanno sviluppato linfopenia, con 22 ( 88% ) pazienti con linfopenia di grado 3 o 4.

Gli altri eventi avversi più comuni di grado 3 e 4 sono stati leucopenia ( 8, 32% ) e infezioni neutropeniche ( 5, 20% ).
7 pazienti sono deceduti; tutti erano non-responder.

Questo è il più grande e unico studio prospettico di Alemtuzumab nei pazienti con leucemia linfocitica granulare a grandi cellule T.
L'attività riportata con un singolo ciclo di un farmaco linfocitotossico in pazienti con malattia principalmente recidiva e refrattaria suggerisce che la risposta ematologica può essere realizzata senza l’uso continuato di immunosoppressione orale. ( Xagena2016 )

Dumitriu B et al, Lancet 2016; 3: e22-e29

Onco2016 Emo2016 Farma2016


Indietro