ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Bosutinib a lungo termine per la leucemia mieloide cronica in fase cronica dopo fallimento di Imatinib più Dasatinib e/o Nilotinib


Bosutinib ( Bosulif ) è un inibitore della tirosina chinasi Src/Abl ( TKI ) indicato per gli adulti con leucemia mieloide cronica ( CML ) Ph+ resistente / intollerante a un precedente TKI.

Un aggiornamento a lungo termine di uno studio in corso di fase 1/2 ha valutato l'efficacia e la sicurezza di Bosutinib in terza / quarta linea negli adulti con leucemia mieloide cronica in fase cronica.

La durata mediana del trattamento e del follow-up sono state, rispettivamente, 8.6 e 32.7 mesi.

La risposta ematologica completa confermata ( cCHR ) cumulativa e i tassi di maggiore risposta citogenetica ( MCyR ) sono stati, rispettivamente, pari a 74% e 40%; la probabilità di Kaplan-Meier di mantenere cCHR o MCyR a 4 anni è stata del 63% e del 69%.

L’incidenza cumulativa di progressione della malattia / morte durante il trattamento a 4 anni è stata del 24%; la sopravvivenza complessiva secondo Kaplan-Meir a 4 anni è stata del 78%.

Le cellule Ph+ basali uguali o inferiori al 35% versus uguali o superiori al 95% sono state prognostiche di MCyR e CCyR a 3 e 6 mesi, l’aumento dei basofili basali era prognostico di progressione della malattia / morte, e l’assenza di una precedente risposta a un inibitore della tirosin-chinasi di seconda linea era prognostica di morte.

Gli eventi avversi più comuni sono stati diarrea ( 83% ), nausea ( 48% ), vomito ( 38% ) e trombocitopenia ( 39% ).

Bosutinib ha dimostrato efficacia durevole e un profilo di tossicità simile a quello osservato in precedenti studi su Bosutinib in pazienti con leucemia mieloide cronica in fase cronica resistenti / intolleranti a multipli inibitori della tirosin-chinasi, rappresentando una importante opzione di trattamento per i pazienti in questo ambito. ( Xagena2016 )

Cortes JE et al, Am J Hematol 2016; 91: 1206-1214

Emo2016 Farma2016


Indietro