Passamonti Neoplasie ematologiche
Bringhen - Mieloma
Arcaini Ematologia
GSK Ematologia

Cellule tumorali circolanti per la stadiazione dei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi idonei al trapianto


I pazienti con mieloma multiplo ( MM ) possono mostrare infiltrazione a chiazze del midollo osseo e malattia extramidollare.
Nonostante ciò, la quantificazione delle plasmacellule continua ad essere eseguita nel midollo osseo poiché la traslazione clinica delle cellule tumorali circolanti ( CTC ) rimane indefinita.

Le cellule tumorali circolanti sono state misurate nel sangue periferico ( PB ) di 374 pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi arruolati negli studi GEM2012MENOS65 e GEM2014MAIN.

Il trattamento comprendeva l'induzione di Bortezomib, Lenalidomide e Desametasone seguita da trapianto autologo, consolidamento e mantenimento.
La citometria a flusso di nuova generazione è stata utilizzata per valutare le cellule tumorali circolanti nel sangue periferico alla diagnosi e la malattia residua misurabile ( MRD ) nel mieloma multiplo durante il trattamento.

Le cellule tumorali circolanti sono state rilevate nel 92% ( 344 su 374 ) dei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi.
La correlazione tra le percentuali di cellule tumorali circolanti e le plasmacellule del midollo osseo è stata modesta.
Percentuali logaritmiche crescenti di cellule tumorali circolanti sono state associate a una più ridotta sopravvivenza libera da progressione ( PFS ).

Un cutoff dello 0.01% di cellule tumorali circolanti ha mostrato un valore prognostico indipendente ( hazard ratio, HR=2.02; P=0.001 ) nell'analisi multivariata di sopravvivenza senza progressione compreso l'International Staging System, i livelli di lattato deidrogenasi e la citogenetica.
La combinazione dei quattro fattori prognostici ha migliorato significativamente la stratificazione del rischio.

Gli esiti in base alla percentuale di cellule tumorali circolanti e alla profondità della risposta al trattamento hanno mostrato che i pazienti con cellule tumorali circolanti non-rilevabili avevano una sopravvivenza PFS eccezionale indipendentemente dalla remissione completa e dallo stato di malattia minima residua ( MRD ).
In tutti gli altri casi con cellule tumorali circolanti rilevabili, solo il raggiungimento della negatività a malattia MRD ( e non la remissione completa ) ha dimostrato un aumento statisticamente significativo della sopravvivenza libera da progressione.

La valutazione delle cellule tumorali circolanti nel sangue periferico ha superato la quantificazione delle plasmacellule del midollo osseo.
Il rilevamento di cellule tumorali circolanti superiori o uguali allo 0.01% potrebbe essere un nuovo fattore di rischio nei nuovi sistemi di stadiazione per i pazienti con mieloma multiplo idonei al trapianto. ( Xagena2022 )

Garcés JJ et al, J Clin Oncol 2022; 40: 3151-3161

Emo2022 Onco2022 Diagno2022



Indietro