ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Copanlisib, un inibitore di PI3K, nel linfoma indolente o aggressivo, recidivato o refrattario


Copanlisib ( Aliqopa ) è un pan-inibitore della fosfatidilinositolo-3-chinasi ( PI3K ) di classe I con attività predominante contro le isoforme alfa e delta.
Uno studio di fase II ha valutato il tasso di risposta di Copanlisib somministrato per via endovenosa nei giorni 1, 8 e 15 di un ciclo di 28 giorni in pazienti con linfoma maligno indolente o aggressivo.
I tessuti tumorali sono stati utilizzati per analisi immunoistochimiche, profilo dell'espressione genica e analisi della mutazione.

34 pazienti con linfoma indolente e 51 con linfoma aggressivo hanno ricevuto Copanlisib.
Il linfoma follicolare ( 48.5% ) e il linfoma periferico a cellule T ( 33.3% ) erano i più comuni sottotipi istologici.
La maggior parte dei pazienti ( 78.6% ) aveva ricevuto Rituximab ( MabThera ) in precedenza e il 54.8% dei pazienti era refrattario a Rituximab.

La durata media del trattamento è stata di 23 e 8 settimane, rispettivamente, nelle coorti di tumore indolente e aggressivo.
80 pazienti sono stati valutati per l'efficacia.

Il tasso di risposta obiettivo ( ORR ) è stato del 43.7% nella coorte di tumore indolente e del 27.1% ( 13/48 ) nella coorte di tumore aggressivo; la sopravvivenza media senza progressione ( PFS ) è stata rispettivamente di 294 giorni e 70 giorni; la durata mediana della risposta ( DoR ) è stata di 390 giorni e 166 giorni, rispettivamente.

Gli eventi avversi comuni hanno incluso iperglicemia ( 57.1%; grado 3 o superiore, 23.8% ), ipertensione ( 54.8%; grado 3° superiore, 40.5% ) e diarrea ( 40.5%; grado 3 o superiore, 4.8% ), tutti generalmente gestibili.
La neutropenia si è verificata nel 28.6% dei pazienti ( grado 4, 11.9% ).

Le analisi molecolari hanno mostrato aumentata efficacia antitumorale nei tumori con espressione genica up-regolata della via fosfatidilinositolo-3-chinasi.

In conclusione, Copanlisib per via intravenosa ha dimostrato una efficacia promettente e una tossicità gestibile nei pazienti fortemente pretrattati con vari sottotipi di linfoma maligno indolente e aggressivo.
Sono in corso studi sottotipo-specifici di Copanlisib nei pazienti con linfomi follicolari, linfomi periferici a cellule T e linfomi a cellule del mantello. ( Xagena2017 )

Dreyling M et al, Ann Oncol 2017; 28: 2169-2178

Emo2017 Onco2017 Farma2017


Indietro