Arcaini Ematologia
Bringhen - Mieloma
Passamonti Neoplasie ematologiche
Passamonti: Macroglobulinemia di Waldenstrom

Ibrutinib per il trattamento di prima linea della malattia cronica del trapianto contro l'ospite: studio iNTEGRATE


Sono state presentate le analisi primarie e finali dello studio di fase III randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo iNTEGRATE, che ha valutato la sicurezza e l'efficacia di Ibrutinib ( Imbruvica ) con Prednisone nei pazienti precedentemente non-trattati con malattia cronica del trapianto contro l'ospite ( cGVHD ).

I pazienti di età maggiore o uguale a 12 anni con malattia cronica del trapianto contro l'ospite moderata o grave di nuova diagnosi, che richiedevano una terapia con corticosteroidi sistemici e senza precedente trattamento sistemico per malattia cronica del trapianto contro l'ospite sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Ibrutinib 420 mg una volta al giorno più Prednisone, a partire da 1 mg/kg una volta al giorno, oppure placebo più Prednisone.

L'endpoint primario era il tasso di risposta a 48 settimane secondo i criteri NIH CDP ( National Institutes of Health Consensus Development Project Criteria ) del 2014.
Altri endpoint includevano la sopravvivenza libera da eventi ( EFS ), la durata della risposta ( DoR ), il tempo alla sospensione degli immunosoppressori, il miglioramento del punteggio sulla scala LSS ( Lee cGVHD Symptom Scale ), la sopravvivenza globale ( OS ) e la sicurezza.

Sono stati arruolati 95 e 98 pazienti rispettivamente nei bracci Ibrutinib - Prednisone e placebo - Prednisone.

A 48 settimane, i tassi di risposta sono stati del 41% ( Ibrutinib - Prednisone ) e del 37% ( placebo - Prednisone; P=0.54 ).

A 33 mesi di follow-up, la durata mediana della risposta è stata di 19 mesi ( Ibrutinib - Prednisone ) e 10 mesi ( placebo - Prednisone; P=0.10 ).
La sopravvivenza libera da eventi mediana è stata di 15 mesi ( Ibrutinib - Prednisone ) e 8 mesi ( placebo - Prednisone; hazard ratio, HR=0.76; P=0.11 ).

Il miglioramento della scala LSS complessivo è stato del 43% ( Ibrutinib - Prednisone ) e del 31% ( placebo - Ibrutinib; P=0.07 ).

La sopravvivenza globale mediana non è stata raggiunta in nessuno dei due bracci.

Le stime di Kaplan-Meier di sopravvivenza globale a 24 mesi sono state dell'80% per entrambi i bracci ( HR=1.06 ). Eventi avversi gravi di grado 3 o superiore si sono verificati nel 49% ( Ibrutinib - Prednisone ) e nel 47% ( placebo - Prednisone ) dei pazienti.

Non è stata osservata alcuna differenza statistica negli endpoint primari e secondari con il trattamento con Ibrutinib - Prednisone.

Non sono stati osservati nuovi segnali di sicurezza con il trattamento con Ibrutinib in pazienti con malattia cronica del trapianto contro l'ospite non-trattati in precedenza. L'endpoint primario di iNTEGRATE non è stato raggiunto. ( Xagena2023 )

Miklos DB et al, J Clin Oncol 2023; 41: 1876-1887

Emo2023 Onco2023 Farma2023



Indietro