Bringhen - Mieloma
Arcaini Ematologia
Passamonti Neoplasie ematologiche
GSK Ematologia

Pattern di trattamento ed esiti dei pazienti con linfoma follicolare recidivante o refrattario sottoposti a 3 o più linee di terapia sistemica: studio LEO CReWE


Nuove terapie per il linfoma follicolare recidivante o refrattario sono comunemente valutate in studi a braccio singolo senza confronto formale con altri trattamenti o controlli storici. Di conseguenza, gli esiti del trattamento rigorosamente definiti che informano le aspettative per nuove strategie terapeutiche in questa popolazione sono scarsi.

Per informare le aspettative sugli esiti, sono stati descritti i pattern di trattamento, gli esiti di sopravvivenza e la durata della risposta nei pazienti con linfoma follicolare recidivante o refrattario che avevano ricevuto tre o più linee di terapia sistemica.

In questo studio di coorte multicentrico, è stato sviluppato un database di pazienti con linfoma follicolare recidivante o refrattario da 8 Centri accademici negli Stati Uniti utilizzando i dati raccolti nello studio di coorte LEO e nel LEO Consortium.

Per questa analisi, i pazienti eleggibili avevano almeno 18 anni, avevano un linfoma follicolare di grado 1-3a non-trasformato e stavano ricevendo una terapia sistemica in terza linea o successiva dopo una precedente terapia con un anticorpo anti-CD20 e un agente alchilante. I dati clinici e gli esiti dei pazienti sono stati estratti dalle cartelle cliniche mediante un protocollo standard.

La terapia indice per l'analisi primaria è stata definita come la prima linea di terapia sistemica dopo che il paziente aveva ricevuto almeno due precedenti terapie sistemiche che includevano un agente alchilante e una terapia anti-CD20.

I principali endpoint di interesse erano il tasso di risposta globale, la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale.

Sono stati selezionati 933 pazienti con linfoma follicolare, di cui 441 sono stati inclusi e diagnosticati tra il 2002 e il 2018.
Le terapie indice includevano immunochemioterapia ( n=133 ), monoterapia con anticorpi anti-CD20 ( n=53 ), Lenalidomide con o senza anti-CD20 ( n=37 ) e inibitori della fosfoinositide 3-chinasi ( PI3K ) con o senza anti-CD20 ( n=25 ).
57 dei 441 pazienti ( 13% ) hanno ricevuto un trapianto di cellule staminali ematopoietiche e 98 dei 421 pazienti con dati completi ( 23% ) hanno ricevuto la terapia negli studi clinici.

Dopo un follow-up mediano di 71 mesi dalla terapia indice, la sopravvivenza globale ( OS ) a 5 anni è stata del 75%, la sopravvivenza mediana libera da progressione ( PFS ) è stata di 17 mesi, e il tasso di risposta complessivo ( ORR ) è stato del 70% ( 280 su 400 pazienti valutabili per la risposta ).

I pazienti refrattari alla terapia con un agente alchilante hanno avuto un tasso di risposta globale inferiore ( 170 su 251 pazienti, 68%, vs 107 su 139 pazienti, 77% ) e una sopravvivenza globale a 5 anni significativamente inferiore ( 72% vs 81%; hazard ratio, HR=1.60 ) rispetto ai pazienti che non erano refrattari alla terapia con un agente alchilante.

I pazienti con linfoma follicolare recidivante o refrattario ricevono trattamenti eterogenei nel setting di terza linea o successive.
Sono stati osservati alti tassi di risposta alle terapie contemporanee che erano di breve durata. ( Xagena2022 )

Casulo C et al, Lancet Haematology 2022; 9: 289-300

Emo2022 Onco2022 Farma2022


Indietro