ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Risultati favorevoli con Adynovate nel trattamento dell'emofilia A


Il Fattore antiemofilico ricombinante pegilato ( Adynovate ) appare essere efficace nella prevenzione e nel trattamento degli episodi emorragici nei pazienti pediatrici con grave emofilia A.

Per evitare le sequele di emartrosi i tempi di infusione del Fattore VIII in grado di coprire i periodi di attività fisica e l'adesione a un programma di profilassi sono particolarmente importanti nei bambini affetti da emofilia A.

Adynovate ( anche noto come BAX 8551 ) è un Fattore VIII ricombinante sviluppato partendo da Advate ( Fattore VIII ), e la sua emivita è stata prolungata mediante pegilazione.
Il Fattore VIII pegilato riduce la frequenza delle infusioni mantenendo o migliorando l'efficacia terapeutica.

E’ stata analizzata l'efficacia della profilassi due volte alla settimana con Adynovate tra i pazienti pediatrici con grave emofilia A precedentemente trattati.
Lo studio multicentrico di fase 3, prospettico, non-controllato, ha arruolato bambini con un livello di Fattore VIII ( FVIII ) inferiore all’1% in assenza di anticorpi anti-FVIII.

I ricercatori hanno valutato i tassi di sanguinamento annualizzati e l'efficacia del trattamento in diversi momenti della giornata ( mattina, 4-11:59; pomeriggio 12:00-17:59; e sera, 18:00-3:59 ) e durante la settimana ( giorni feriali, lunedi-venerdì; fine settimana, sabato-domenica ).

Hanno preso parte allo studio 66 pazienti; 32 avevano meno di 6 anni di età e 34 avevano un’età tra i 6 e i 12 anni.

I partecipanti sono stati trattati con un dosaggio medio profilattico di Adynovate di 51.1 UI/kg ( deviazione standard [ SD ], 5.5 ) a una frequenza media di infusioni per settimana di 1.8 ( SD, 0.2 ) per un periodo medio di giorni di esposizione di 48.5 ( SD, 7.7 ).

I tassi annualizzati di sanguinamento sono risultati più alti di sera [ stime puntuali medie, 1,0 ( IC 95%, 0.7-1.5 ) ], rispetto al pomeriggio ( 0.6; IC 95%, 0.4-1.0 ) e alla mattina ( 0.5; IC 95%, 0.3-1.1 ).

La stima puntuale dei tassi annualizzati medi di sanguinamento era più alta per i giorni feriali ( 2.4; IC 95%, 1.7-3.5 ), rispetto al fine settimana ( 0.9; IC 95%, 0.6-1.2 ).

I tassi annualizzati di sanguinamento erano più alti nella popolazione più anziana per tutti i periodi valutati, ad eccezione della mattina.

Settanta eventi di sanguinamento minore o moderato sono stati segnalati in 34 partecipanti ( 51.5% ).
Questi pazienti erano stati trattati con una dose media di Adynovate di 57.9 UI/kg ( SD, 31.0 ).
La maggior parte dei sanguinamenti che sono stati trattati erano accaduti alla sera ( n=24 su 70; 34.3% ); un minor numero di sanguinamenti sono stati trattati al mattino ( n=10; 14.3% ) e nel pomeriggio ( n=16; 22.9% ).

Il numero di sanguinamenti moderati sono aumentati durante tutto il giorno, da 2 su 10 ( 20% ) al mattino a 5 su 16 ( 31.3% ) nel pomeriggio e a 17 su 24 ( 70.8% ) alla sera.
Per 20 sanguinamenti su 70 ( 28.6% ) trattati, l'ora del giorno in cui si sono verificati non era nota.

Il tempo medio tra la precedente infusione profilattica e l'evento di sanguinamento era paragonabile a tutte le ore del giorno, che vanno da 51 a 54.6 ore ( mediana, da 51.4 a 57.8 ore ).
Nel fine settimana è stato osservato un minor tempo tra la dose profilattica e l’episodio di sanguinamento ( 38.8 ore; mediana, 35.7 ore ), rispetto ai giorni della settimana ( 54.6 ore; mediana, 52.9 ore ), indicando che il tempo di infusione è stato scelto per coprire le attività del fine settimana.

La gravità del sanguinamento è risultata paragonabile tra i giorni feriali e i giorni di weekend.

Indipendentemente dal momento temporale ( ora del giorno / periodo della settimana ) in cui si sono verificati, l’85% o più delle emorragie è stata trattata con 1 o 2 infusioni di Adynovate.
Il trattamento con il Fattore VIII pegilato è stato ritenuto eccellente o buono nell'85% o più dei sanguinamenti.

Dallo studio è emerso che il trattamento con Adynovate è efficace nella prevenzione e nel trattamento delle emorragie in questa popolazione di pazienti. ( Xagena2016 )

Fonte: American Society of Hematology ( ASH ) Annual Meeting, 2016

Emo2016 Pedia2016 MalRar2016 Med2016 Farma2016


Indietro