ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Risultati intermedi di Brentuximab vedotin in associazione con nivolumab in pazienti con linfoma di Hodgkin recidivante o refrattario


In uno studio di fase 1/2, Brentuximab vedotin ( Adcetris ) e Nivolumab ( Opdivo ) somministrati in associazione sono stati valutati come terapia di salvataggio iniziale in pazienti con linfoma di Hodgkin classico ( HL ) recidivato o refrattario ( R/R ).
I pazienti hanno ricevuto fino a 4 cicli di trattamento combinato, con Brentuximab vedotin somministrato il giorno 1 e Nivolumab il giorno 8 del primo ciclo.
Per i cicli da 2 a 4, Brentuximab vedotin e Nivolumab sono stati entrambi somministrati il ​​giorno 1.

Dopo il trattamento di studio, le risposte sono state valutate secondo la classificazione di Lugano 2014 e i pazienti hanno avuto accesso al trapianto di cellule staminali autologhe ( ASCT ).
Sono stati arruolati 62 pazienti; il tasso di risposta completo tra tutti i pazienti trattati ( n=61 ) è stato del 61%, con un tasso di risposta obiettiva dell'82%.

Prima del trapianto ASCT, eventi avversi si sono verificati nel 98% dei pazienti, per lo più di grado 1 e 2.
Reazioni correlate all'infusione ( IRR ) si sono verificate nel 44% dei pazienti in generale, con il 41% dei pazienti che hanno avuto un IRR durante almeno 1 infusione di Brentuximab vedotin.
5 pazienti ( 8% ) sono stati trattati con steroidi sistemici per eventi avversi correlati al sistema immunitario.

Dopo la prima dose di Brentuximab vedotin è stata osservata una riduzione dei linfociti T periferici, comprese le cellule T regolatorie, e sono stati osservati livelli sierici ridotti di chemochine timo-regolate e attivazione-regolate concomitanti con un aumento di citochine e chemochine proinfiammatorie dopo le prime infusioni di Brentuximab vedotin più Nivolumab.

La combinazione di Brentuximab vedotin e Nivolumab è risultata essere un primo regime di salvataggio attivo e ben tollerato, fornendo potenzialmente ai pazienti con linfoma di Hodgkin recidivato o refrattario un'alternativa alla chemioterapia tradizionale. ( Xagena2018 )

Herrera AF et al, Blood 2018; 131: 1183-1194

Onco2018 Emo2018 Farma2018


Indietro