Bringhen - Mieloma
Passamonti Neoplasie ematologiche
Arcaini Ematologia
Ematologia Amgen

Sopravvivenza libera da eventi a 24 mesi è un endpoint forte per gli esiti legati alla malattia nel linfoma diffuso a grandi cellule B trattato con immunochemioterapia


Gli studi sul linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) vengono tipicamente valutati utilizzando un approccio tempo- allo-evento con recidiva, ri-trattamento e decesso utilizzati in genere come eventi.

Uno studio ha valutato le tempistiche e i tipi di eventi in pazienti con nuova diagnosi di linfoma diffuso a grandi cellule B, e ha confrontato l’esito con i dati di popolazione di riferimento.

Pazienti con nuova diagnosi di linfoma diffuso a grandi cellule B trattati con immunochemioterapia sono stati arruolati in modo prospettico nel programma University of Iowa / Mayo Clinic Specialized Program of Research Excellence Molecular Epidemiology Resource ( MER ) e nello studio North Central Cancer Treatment Group NCCTG-N0489 per il periodo 2002-2009.

Gli esiti dei pazienti sono stati valutati alla diagnosi e nel sottogruppo di pazienti che avevano raggiunto uno status di libero-da-eventi a 12 mesi ( EFS12 ) e a 24 mesi ( EFS24 ) dalla diagnosi.

La sopravvivenza generale è stata confrontata con dati di popolazione accomunati per età e sesso.

I risultati sono stati replicati in una coorte esterna di riferimento dal programma Groupe d'Etude des Lymphomes de l'Adulte ( GELA ) Lymphome Non Hodgkinien 2003 ( LNH2003 ) e da dati da registri a Lione, in Francia.

In totale, 767 pazienti con nuova diagnosi di linfoma diffuso a grandi cellule B con età mediana di 63 anni sono stati arruolati negli studi MER e NCCTG.

A un follow-up mediano di 60 mesi ( intervallo, 8-116 mesi ), 299 pazienti hanno riferito un evento e 210 erano deceduti.

I pazienti che hanno raggiunto EFS24 ( stato libero-da-eventi a 24 mesi ) hanno mostrato una sopravvivenza generale equivalente a quella della popolazione generale appaiata per età e sesso ( tasso di mortalità standardizzato [ SMR ], 1.18; P=0.25 ).

Questo risultato è stato confermato in 820 pazienti dallo studio GELA e dal registro di Lione ( SMR=1.09; P=0.71 ).

Studi di simulazione hanno mostrato che EFS24 ha un potere comparabile alla sopravvivenza continua libera da eventi nel valutare gli studi clinici su linfoma diffuso a grandi cellule B.

In conclusione, pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B che raggiungono EFS24 hanno una successiva sopravvivenza generale equivalente a quella della popolazione generale appaiata per età e sesso.
EFS24 potrebbe rivelarsi utile nel counseling del paziente e potrebbe essere considerata come un end point per studi futuri su linfoma diffuso a grandi cellule B di nuova diagnosi. ( Xagena2014 )

Maurer MJ et al, J Clin Oncol 2014; 32: 1066-1073

Onco2014 Emo2014



Indietro