Arcaini Ematologia
Bringhen - Mieloma
Passamonti Neoplasie ematologiche
Passamonti: Macroglobulinemia di Waldenstrom

Valutazione di Daratumumab per il trattamento del mieloma multiplo nei pazienti con fattori citogenetici ad alto rischio


L'aggiunta di Daratumumab ( Darzalex ) ai regimi di base per il mieloma multiplo ( MM ) è associata a migliori tassi di risposta e sopravvivenza libera da progressione ( PFS ).
Non è chiaro se i risultati migliori siano associati a questo regime anche tra i pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio ( HRMM ) definito citogeneticamente.

È stata misurata la sopravvivenza senza progressione associata all'aggiunta di Daratumumab ai regimi di base per il mieloma multiplo tra i pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio in una revisione sistematica e meta-analisi.

Sono stati inclusi studi clinici randomizzati di fase 3 che hanno confrontato regimi di base per mieloma multiplo con lo stesso regime più Daratumumab in mieloma multiplo di nuova diagnosi o recidivante o refrattario, in modo tale che l'unica differenza tra i gruppi di intervento e di controllo fosse l'uso di Daratumumab e gli esiti riportati in base al rischio citogenetico.
Il mieloma multiplo ad alto rischio è stato definito come la presenza di t(4;14), t(14;16) o del(17p).

I dati sull'efficacia sono stati estratti utilizzando gli hazard ratio ( HR ) per la sopravvivenza libera da progressione.
Su 5.194 studi selezionati, erano eleggibili 6 studi di fase 3, inclusi 3 studi su mieloma multiplo di nuova diagnosi ( 2.528 pazienti; 358 con mieloma HRMM ) e 3 studi per mieloma multiplo recidivante o refrattario ( 1.533 pazienti; 222 con HRMM ).

Tra i pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio di nuova diagnosi, l'aggiunta di Daratumumab ai regimi di base è stata associata a una migliore sopravvivenza libera da progressione ( HR aggregato, 0.67; P=0.02 ), con poca evidenza di eterogeneità ( Cochran Q, P=0.77; I2=0% ).

Risultati simili sono stati osservati tra i pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio recidivante o refrattario ( HR aggregato, 0.45; P minore di 0.001 ), ancora una volta con poca evidenza di eterogeneità ( Cochran Q, P=0.63; I2=0% ).

Questo studio ha indicato che l'aggiunta di Daratumumab a regimi di base può essere associata a una migliore sopravvivenza libera da progressione tra i pazienti con mieloma multiplo ad alto rischio di nuova diagnosi o mieloma multiplo ad alto rischio recidivante o refrattario. ( Xagena2020 )

Giri S et al, JAMA Oncol 2020; 6: 1759-1765

Emo2020 Onco2020 Farma2020



Indietro